Amato Ciciretti, il 10 del Benevento con il mito di Totti è diventato ‘Super Sayan’




Il classe 93' di scuola romanista, Amato Ciciretti è tra i protagonisti assoluti dell’ottimo inizio di campionato disputato fin qui dal Benevento: la splendida rete messa a segno con il Bari nell'ultima giornata è la perfetta sintesi delle sue prestazioni. Di lui dicono essere un ragazzo duttile, generoso nel sacrificarsi per la squadra e sempre attento ai consigli di mister Baroni, uno che di giovani promettenti se ne intende. La storica promozione in B l’ha reso un beniamino del popolo sannita. In estate la Sampdoria l’ha seguito a lungo, ma il patron Vigorito ha respinto le avances, blindandolo con un contratto triennale.

NUMERO 10 COME TOTTI  Mancino naturale, Ciciretti è un centrocampista offensivo che può giocare sia nel ruolo di trequartista centrale nel 4-2-3-1 che come esterno d’attacco . In passato ha giocato anche come playmaker basso davanti alla difesa grazie alla sua visione di gioco. E’ in possesso di un buon calcio dalla distanza e specialista dei calci da fermo come, con le dovute proporzioni,  il "Capitano" della sua squadra del cuore: Francesco Totti.

totti

IL SELFIE COME IL CAPITANO   Durante la stagione al Messina ha lasciato il segno firmando il poker siciliano durante Derby dello Stretto e dando vita ad un un'esultanza incontenibile : corsa verso la curva con i compagni di squadra e selfie come aveva fatto il capitano romanista qualche settimana prima.

 

GUARDA l'esultanza con selfie di Ciciretti (fonte you tube - Giammarco Menga)

GLI AUGURI AL PUPONE  Non poteva mancare l'omaggio di Ciciretti a Totti per il suo quarantesimo compleanno con un post attraverso il suo profilo Instagram che non lascia spazio a interpretazioni, partendo da una frase pronunciata proprio dal numero 10 capitolino:

ciciretti-2

DAL GIALLOROSSO... Scoperto dalla Lazio nel 2001, è poi passato alla Roma nel 2004, grazie a Bruno Conti che lo ha voluto fortemente dall’altra sponda del Tevere. In giallorosso ha trascorso la trafila nelle giovanili e fine 2008/09 ha esordito come playmaker davanti alla difesa. L’anno successivo, dopo aver realizzato 18 reti, ha esordito con la squadra Primavera dove è stato impiegato nel ruolo a lui più congeniale: sulla linea dei trequartisti. Nelle due stagioni disputate dal 2010 al 2012 ha confermato la sua vena realizzativa totalizzando 13 gol in 57 presenze.          

…AL GIALLOROSSO La Roma l’ha sacrificato qualche anno fa: chiuso dai coetanei Politano e Caprari ha giocato con le maglie de L’Aquila (23 presenze 1 gol) della Carrarese e della Pistoiese, del Messina per poi passare al Benevento l’anno scorso dove ha totalizzato 26 presenze condite da 6 reti. Anche in Serie B il rendimento del classe ’93 è rimasto elevatissimo (3 reti in 6 giornate) con delle prodezze ispirate da un eroe speciale: “Dragon Ball”, così è soprannominato per la capigliatura bionda che fa pensare al “Super Sayan”.  

1462039702-benevento-calcio-vs

Ciciretti, il bambino cresciuto con il mito di Totti vuole portare la “Strega” dove non è mai stata: in Serie A!