Serie B all’attacco, ecco i migliori e i peggiori

Prosegue l’analisi dei migliori e dei peggiori reparti della serie cadetta: dopo aver passato in rassegna le difese è arrivato il turno degli attacchi tra i quali spicca quello dell’Empoli che, oltre ad essere primo in campionato, domina per distacco anche questa personale classifica.



EMPOLI: la squadra di Andreazzoli ha preso il largo in campionato e non sembra avere più rivali grazie anche al proprio grandissimo potenziale offensivo, che fino ha questo momento ha portato in dote ai toscani ben 75 reti. Protagonista assoluta, come ben si sa, è la coppia d’attacco Caputo-Donnarumma, 40 gol in due, la più prolifica in Europa tra le squadre di seconda divisione; infatti i due hanno numeri spaventosi e tendono a monopolizzare l’attenzione degli addetti ai lavori ma non sono gli unici a segnare (ed è normale che sia così vista l’enorme quantità di talento a disposizione dello stesso Andreazzoli): difatti diversi gol sono stati segnati anche da Zajc, 8 per la precisione e da Krunic, mentre Rodriguez, arrivato nel mercato di gennaio ha già messo a segno 4 centri.
https://www.instagram.com/p/BedsjhXFxyc/?taken-by=alfredo_donnarumma

PERUGIA: Ben più distante rispetto ai toscani c’è il Perugia con 57 gol. Grazie all’arrivo in panchina di Breda i grifoni stanno mettendo in mostra, soprattutto durante questo gironi di ritorno, i protagonisti che sembravano essere mancati nel primo periodo; un nome su tutti: Alberto Cerri, promettente gigante dell’area di rigore dal quale in molti quest’anno si aspettavano il salto di qualità, salto di qualità che effettivamente è arrivato viste le 13 marcature e il suo preziosissimo lavoro a sostegno della squadra. Ma il protagonista assoluto del Perugia è stato finora un altro, ovvero il più esperto Samuel Di Carmine: considerato in un primo momento un’alternativa, l’ex attaccante di Virtus Entella e Juve Stabia è diventato presto un punto di riferimento di Breda e un idoli per i propri tifosi.

FOGGIA: ancor più singolare è stato l’andamento del Foggia, squadra in lotta per non retrocedere nel girone di andata e squadra da play off nel secondo; il tutto caratterizzato però da una costante, l’attitudine offensiva. Non a caso l’allenatore Giovanni Stroppa, di scuola zemaniana, si è fatto conoscere in questi anni per la sua mentalità offensiva. Le fortune del Foggia comunque portano anche e soprattutto la firma di un nome nuovo della serie cadetta, ovvero Fabio Mazzeo, 34 anni e un’intera carriera passata, forse inspiegabilmente, in serie C; oggi è il capocannoniere del Foggia con 15 reti.

Se l’attacco dell’Empoli non sembra avere rivali lo stesso vale per il Carpi, che detiene in solitaria il primato di squadra meno prolifica del campionato con soli 29 reti all’attivo. Il Carpi ha anche però, in linea con lo scorso anno, una delle difese più solide del campionato e quindi i numeri potrebbero essere il frutto di una strategia piuttosto ben definita. Dietro di lei ci sono poi due squadre in piena lotta per non retrocedere, l’Ascoli, con 33 gol fatti e il Brescia con 35.

a cura di ALBERTO CAVALLINI

 

CLICCA E GUARDA I LATI B DELLA SERIE B (FOTO)

CLICCA E LEGGI LE ULTIME TRATTATIVE

SEI UN TIFOSO? CLICCA E SCOPRI GLI SCONTI

GOL & Highlights ultima giornata

SEGUICI SU FACEBOOK

SEGUICI SU INSTAGRAM

  • 👉 Accuse GIUSTE o SBAGLIATE ?
#Gilardino insultato dai tifosi (dopo il rigore sbagliato contro il @parmacalcio1913) vuole lasciare lo @acspezia ...