Empoli: Aurelio Andreazzoli, dalla gavetta alla vetta

Dopo l'esonero di mister Vivarini, la scelta della società toscana di puntare su Aurelio Andreazzoli, ha sorpreso un po' tutti, in primis l'ambiente e poi gli addetti al lavoro, in quanto il mister toscano era fermo dal 2013( parentesi Roma), quando da collaboratore tecnico subentro' a Zeman.
Andreazzoli in carriera oltre all'esperienza romana ha guidato l'alessandria nel 2003 poi e' stato sempre il braccio destro di Luciano Spalletti, prima all'Udinese e poi alla Roma.
Andreazzoli Totti
Con l'addio di Spalletti anche l'esperienza di Andreazzoli termina e tutto faceva pensare che lo stesso seguisse l'allenatore certaldese all'Inter, invece come raccontato questa estate dallo stesso Andreazzoli, c'era voglia di una pausa e forse a 63 anni di iniziare una nuova avventura nel ruolo di commentatore tecnico - tattico in qualche tv.
Invece come una bella favola la chiamata dell' Empoli stravolge tutto, e lui con la professionalità e la pacatezza che lo contraddistingue porta la squadra in vetta alla classifica, non solo grazie alla coppia d'attacco Caputo-Donnarumma, ma anche a degli accorgimenti tattici: difesa a 4, profondità e lo spostamento del talento Miha Zajc ( già obiettivo di mercato di alcune big di A) come trequartista.

Tutto questo ha portato l' Empoli in vetta alla classifica e soltanto il tempo ci dirà se e' stata l'intuizione geniale per arrivare a quel sogni chiamato SERIE A.

a cura di ROSSANO TELESCA

LEGGI ANCHE:

CLICCA E GUARDA I LATI B DELLA SERIE B (FOTO)

SEGUICI SU FACEBOOK

SEGUICI SU INSTAGRAM

  • 👉 Accuse GIUSTE o SBAGLIATE ?
#Gilardino insultato dai tifosi (dopo il rigore sbagliato contro il @parmacalcio1913) vuole lasciare lo @acspezia ...

CLICCA E LEGGI LE ULTIME TRATTATIVE

Web TV