Bari crisi d’identità, ma il calendario fa sperare nei playoff

Bari




Cosa succede in casa Bari? Cosa si nasconde dietro la crisi del galletto barese? I risultati dicono che il trend della formazione di Colantuono si è invertito dopo la vittoria contro il Frosinone dell’11 marzo scorso. All’epoca, al San Nicola, c’era chi fiutava odore di massima serie con i biancorossi alle spalle del Benevento, quarto in classifica, e la giustificata speranza di accedere ai playoff.

LONTANO DA BARI - Qualche settimana dopo si è spenta la luce e il blackout ha colpito tanto la squadra quanto la piazza: gli appassionati parlano di crisi, discorso indotto da una lunga striscia negativa iniziata con una sonora sconfitta contro il Trapani 4-0 e temporaneamente interrotta solo dall’illusorio successo sul già malconcio Latina. Non si sono persi solo punti per strada ma si è persa anche la convinzione del gruppo nei propri mezzi. Eppure non sono molte in serie B le squadre che possono vantare una rosa come quella del Bari. Forse in termini assoluti, solo l’Hellas ha una squadra meglio attrezzata per la serie A sulla carta. Facendo l’esegesi dell’attuale classifica del Bari, il più grande ostacolo quest’anno sono state le partite in trasferta con 10 sconfitte e 7 pareggi che hanno soffocato ogni ambizione sul nascere: 4 di queste sconfitte a cavallo tra marzo e aprile 2017, periodo che di fatto è il vero “momento nero” dei pugliesi.



La lontananza dal proprio pubblico sarebbe alla base del momento negativo e ciò sottolinea una certa vena narcisista della squadra: solo se specchiata nei propri colori l’undici mostra la convinzione necessaria a dominare gli avversari. Ma proprio questo narcisismo avrebbe affossato Moras e compagni come un effetto boomerang: le prestazioni poco lucide lontane dal San Nicola hanno influenzato l’umore della squadra riflettendosi poi anche su talune prestazioni casalinghe. Per fortuna del Bari, a quattro gare dal termine i punti di scarto dalla zona playoff sono solo 3 e, anche se la concorrenza è agguerrita, le gare sembrano essere abbordabili ad iniziare dalla gara col Pisa. Inoltre l’ultima partita potrebbe regalare un’opportunità unica contro una SPAL che potrebbe non avere più nulla da chiedere al campionato.

a cura di Alberto Valente




Web TV