ESCLUSIVA – Brescia via l’allenatore? “Cellino può fare quello che vuole”

brescia




Il Brescia cambia ufficialmente proprietà e passa nella mani di Massimo Cellino. Come sarà accolto dalla piazza? cosa dobbiamo aspettarci dal nuovo presidente? Lo abbiamo chiesto a Emanuele Filippini bresciano DOC, instancabile motorino del centrocampo del Brescia dal 1991 al 2002 (200 presenze tra Serie A e Serie B, ndr)




Da poche ore è ufficiale l'arrivo di Cellino a Brescia, quali sono le tue impressioni?
Credo sia la persona giusta perché sa di calcio e a Cagliari ha sempre allestito ottime squadre...
Non lo conosco personalmente ma uno che suona la chitarra e gli piace il rock può che non essere mio amico... farò il tifo per lui e per il brescia naturalmente...

Le prime indiscrezioni parlano di un Boscaglia già in bilico. Da allenatore cosa ne pensi?
Penso che il presidente in questo momento possa fare quello che vuole e fidarsi delle persone che lui conosce meglio. Mi dispiacerebbe comunque per Boscaglia perché lo ritengo davvero un bravissimo allenatore a cui ho attinto esercitazioni tattiche....

Tifoseria e città come hanno accolto questo cambio al vertice?
Penso abbiano gradito questo cambiamento perché hanno bisogno di calcio e di un punto di riferimento importante. Chiaramente c'è da dire solo grazie a Bonometti che ha salvato una società, una storia da un fallimento....

La tua carriera da allenatore come procede?
Ho iniziato ad allenare con gli allievi del Brescia poi ho iniziato con gli adulti  in promozione e Serie D. Ora sono all'Imolese sempre in serie D e l'obbiettivo è di lottare per vincere il campionato....

CONDIVIDI LA NOTIZIA!

GUARDA I LATI B DELLA SERIE B (FOTO)

LEGGI LE ULTIME TRATTATIVE