BTALENT dal mondo primavera: Simon Stefanec Hellas Verona

Hellas Verona




Torna la rubrica "Dal mondo...Primavera", alla scoperta dei cadetti di domani: da qua passano i talenti dei vivai di Serie B. Oggi andiamo alla scoperta dello slovacco Simon Stefanec. Un talento slovacco da tenere in considerazione. Sembra essere proprio l'anno di Simon Štefanec, il trequartista classe '98 che in quel di Verona, sponda Hellas, sta facendo parlare molto bene di sé. Nato a Zilina, il Simon comincia subito a giocare nella squadra della propria città: è così che entra nell'accademia MSK Zilina, dove muove i primi passi con il pallone tra i piedi. E' un settore giovanile all'avanguardia in Slovacchia, basti pensare che da lì viene anche il talento che la Sampdoria recentemente ci ha fatto conoscere: Skriniar. Le sue prestazioni non passano inosservate e nell'estate 2015 viene chiamato alla capitale per misurarsi con lo Slovan Bratislava, dove continua a impressionare, tanto da ricevere apprezzamenti dalla vicina Verona. Proprio all'inizio del 2016 gli scaligeri dalle parole passano ai fatti e lo portano nel proprio settore giovanile in prestito con l'opzione per il riscatto. Lo scorso anno è per Stefanec una comparsata: l'ambientamento, la lingua e un nuovo modo di fare calcio gli regalano appena ottantotto minuti in stagione. Ma a Verona gli danno fiducia (e un soprannome curioso, "Pikachu", datogli da un magazziniere in riferimento al colore dei capelli), perchè ne hanno intravisto le qualità: un trequartista con un grande dribbling e spirito di sacrificio, che lo rendono molto abile nel pressing. Ha anche piedi educati e, come abbiamo imparato a scoprire quest'anno, un vero goleador: in undici partite giocate è già andato a segno per undici volte, con due doppiette. Solo contro il Vicenza e la Fiorentina non è andato in gol, anche se in quest'ultima occasione ha mandato in porta i suoi compagni con due assist. Sempre decisivo e sempre più un trascinatore: se l'Hellas Verona governa il Girone A del Campionato Primavera lo deve anche al proprio talento slovacco. A cura di Andrea Della Maggiore e con la preziosa collaborazione di Alessandro Spadaro logo mondoprimavera




Web TV