Daniel Bessa, l’Italo-brasiliano illumina il centrocampo del Verona







bessa
Daniel Bessa Sartori è sicuramente uno dei centrocampisti più talentuosi della Serie B che con le sue giocate ha spesso illuminato il centrocampo del Verona realizzando anche reti di pregevole fattura. Daniel fuori dal campo è un ragazzo tranquillo, viene da una famiglia di sportivi ( suo fratello Raphael è stato un nazionale italiano di calcio a 5).
 
 
 

 

 

Daniel Bessa in Verona - Entella




POTREBBE INTERESSARTI ↓

CALCIOMERCATO: LE ULTIME

LE BELLE DELLA B: LE FOTO

FOCUS ULTIMA GIORNATA

TOP PLAYER DI B 2016/2017

CARRIERA - Nato a San Paolo in Brasile il 14 gennaio 1993, nel 2012 ha ottenuto la cittadinanza italiana.
Bessa inizia la sua carriera nelle giovanili del Coritibia, per poi approdare all'Atletico Paranaense. Nel 2008 l'Inter lo nota e lo porta in Italia. Il 2012 è l'anno della sua consacrazione in Primavera con Stramaccioni; contribuisce alla conquista della Next Generation Series segnando tre goal. Dopo qualche infortunio di troppo nel 2013 viene ceduto in prestito in Serie B al Vicenza, ma anche a causa di problemi al ginocchio non riesce a scendere in campo con continuità ed a evitare la retrocessione dei veneti in lega pro. Così si trasferisce prima in Portagallo all'Olhense e poi in Olanda allo Sparta Rotterdam. Il 27 agosto 2014 viene girato in prestito al Bologna. I felsinei grazie ai senatori come Cacia, Sansone e Coppola ed ad  un mix di giovani come Casarini, Laribi, lo stesso Bessa, Buchel, Improta, Masina e Ferrari riescono ad ottenere la promozione in serie A. Nel 2015 passa al Como dove gioca quasi sempre e mette a segno tre marcature. Nel 2016 si trasferisce all'Hellas Verona a titolo temporaneo con obbiglo della trasformazione a titolo definitivo qualora avesse raggiunto le 18 presenze in campo.
 
CARATTERISTICHE - Bessa è giocatore capace di coprire più di un ruolo: centrocampista, trequartista, seconda punta. Pecchia gli ha dato la licenza di illuminare le punte e svariare su tutto il fronte offensivo, oltre a quello di centrocampista. La crescita di Daniel si sta rivelando a tratti esponenziale, e anche caratterialmente il ragazzo è molto migliorato. Deve ancora perfezionarsi sul piano della continuità di rendimento, ma Bessa possiede tutti i numeri per diventare capace di fare la differenza.
 
Il futuro per Bessa passa da Verona, dall' Adige e dal Bentegodi, dalla Bzona alla Serie A: un futuro che sarà sicuramente roseo e magari perchè no con quella azzurra della Nazionale Italiana.
 
A CURA d Francesca Improta

 

 

 

Web TV