Diego Fabbrini, il trequartisa tutto ricci e fantasia riparte dallo Spezia




Alto, trequartista, riccioli neri e cresciuto nelle giovanili dell’ Empoli. Questi quattro dettagli bastano per un primo identikit di Diego Fabbrini, uno dei numerosi talenti italiani sparpagliati senza un filo logico nei minori campionati esteri e poi tornati in Italia per riscattarsi. A dargli questa possibilità è lo Spezia di Mimmo di mister Mimmo Di Carlo a tre anni dall’ultima esperienza nel nostro paese: nel 2014 al Siena, prima di traferirsi al Watford, poi Milwall, Birmingham.

CARATTERISTICHE Grazie a un altezza di 181 e un peso di 66 kg è in possesso di un ottima corsa e una grande resistenza; destro naturale nasce come trequartista. Il dribbling nello stretto è sempre stato il suo pezzo forte, la velocità, l’agilità e l’ottima tecnica ciò che lo distingue. Con il passare degli anni la sua posizione in campo si e’ defilata esternamente, ma quello che ama di più e’ svariare dietro la prima punta o comunque essere il fantasista della squadra ed essere libero di agire su tutto il fronte d’attacco.

Cattura

Fonte: tuttocalciatori.net

CARRIERA Fabbrini nasce vicino Pisa, il 31 luglio 1990 e giocando vicino ad Empoli, la società azzurra, prima si accorge di lui, poi lo acquista per far sì che cresca nel proprio vivaio. L’ Udinese acquista metà cartellino ad agosto 2010 ma il giocatore pisano rimane un altro anno in azzurro. Nella stagione 2011/12 la società di Pozzo acquista interamente il suo cartellino e lo porta ad Udine. Esordisce in bianconero nella dolorosa sconfitta interna che li vede uscire con l’ Arsenal ai preliminari di Champions League. Fabbrini spesso entra dalla panchina giocando gli ultimi minuti di partita. Nell’Agosto del 2012 ha anche l’opportunità di debuttare con la Nazionale maggiore guidata da Prandelli in occasione dell’amichevole persa con l’Inghilterra. Dopo poche presenze ad inizio stagione Guidolin, in accordo con la società e il giocatore, decide a gennaio 2013 di mandare il ragazzo in prestito a Palermo esordendo a febbraio da titolare. La stagione per i rosanero sarà da dimenticare con un solo gol in 8 gare. Da luglio 2013 a gennaio 2015 sarà un continuo “sali e scendi” tra Italia e Inghilterra. Nel luglio 2013 Fabbrini viene acquistato dal Watford di Pozzo, poi nel gennaio 2014 torna in Italia, vicino casa, ovvero a Siena. Per la Robur militante in serie cadetta realizzerà un solo gol in poco più di 10 apparizioni e a fine campionato tornerà nella terra del tea break. Resta a Watford fino a gennaio 2015 salvo poi accasarsi nella Isle of Dog (est di Londra) dove i padroni di casa sono i temuti Lions del Millwall, militante in Championship.

 

 

SEGUI SU FACEBOOK: Tutto il calciomercato della Serie B 

LEGGI ANCHE: Tutti gli aggiornamenti sul calciomercato di Serie B




GUARDA LE PIU' BELLE GIOCATE DI DIEGO FABBRINI (FONTE YOUTUBE/Julian Milsom)