Dimarco, dalla Serie B al sogno Europeo: “Mi ispiro a Jordi Alba…” – VIDEO




A far vincere le partire sono quasi sempre gli attaccanti. Si sa. A volte però succede che a risultare decisivi siano quei calciatori che, dotati di tecnica e freddezza riescono ad estrarre dal cilindro reti in grado di trascinare i propri compagni alla vittoria, pur giocando lontano dall’area avversaria.
Ne è un esempio Federico Dimarco, la scorsa stagione all’Ascoli e terzino di professione, che con i suoi gol ha contribuito in maniera decisiva alla cavalcata degli azzurrini di Paolo Vanoli alla fase finale degli Europei Under 19 in Germania. Dimarco è stato decisivo prima con la rete su rigore nel finale di partita contro i padroni di casa nella partita inaugurale del girone, poi con la doppietta (punzione e rigore) realizzata in semifinale contro l’Inghilterra.

GUARDA I GOL di Dimarco con cui L’Under 19 di Paolo Vanoli sconfigge 2-1 i Tre Leoni

CARATTERISTICHE - Federico Dimarco è un terzino moderno. Dotato di un’impressionante facilità di corsa, spinge costantemente sulla fascia sinistra, senza disdegnare l’uno contro uno, e portandosi sovente alla conclusione da fuori area, sfruttando il potente e preciso piede sinistro. Abbina grandi doti atletiche ad una notevole qualità tecnica. Negli anni ha affinato sensibilmente anche le sue doti difensive, diventando sempre più attento nelle marcature e nella chiusura della diagonale difensiva.  Dal punto di vista caratteriale e comportamentale, serietà, voglia di applicarsi e determinazione negli allenamenti sono già quelle di un professionista.

“Potrei dire che nasco attaccante e ho sempre calciato i rigori, a 12 anni invece sono stato arretrato. Il gol al debutto in questo Europeo l’ho segnato in Germania-Italia davanti a 55 mila spettatori – ha dichiarato recentemente a Tuttosport – Nessuno pensava a un’Italia in semifinale, le favorite erano Germania e Portogallo e invece adesso tutti temono noi…  A chi mi Ispiro? Jordi Alba, ma anche Marcelo e Roberto Carlos”

Idee chiare, quindi, sui modelli da imitare per il giovane terzino classe ’97 reduce da una stagione giocata in Serie B con la maglia dell’Ascoli. La prossima stagione invece ad aspettarlo c’è il palcoscenico della Serie A: l’Empoli ha infatti prelevato il terzino sinistro lombardo in prestito con diritto di riscatto a favore dei toscani e controriscatto a favore dell'Inter.

Dimarco ha tutto ciò che serve per diventare un ottimo calciatore e per ripercorrere le orme delle grandi bandiere del calcio italiano. Glielo auguriamo!