Filippo Falco, assist e gol: a Perugia riprendersi la Serie A




Le prestazioni di Fillippo Falco sono state tra le note più liete del Perugia di Federico Giunti nella prima parte del campionato di Serie B.  Dopo un periodo di appannamento l'ex Benevento è tornato ad esprimersi ai livelli della passata stagione.

IL MICCOLI MANCINO Falco fa della tecnica e della velocità le sue armi migliori: dotato di un ottimo dribbling, possiede un gran mancino che gli consente essere un ottimo tiratore di punizioni e corner. Rispetto a Fabrizio Miccoli, Al gol tuttavia preferisce l’assist, indubbiamente la sua caratteristica migliore. Diventa estremamente efficace negli ultimi 30 metri dove è in grado di saltare l’uomo e trovare una giocata sempre utile per la punta. In sostanza è jolly offensivo non indifferente. Il suo ruolo prediletto è quello di esterno destro nel 4-3-3, in modo da potersi accentrare e concludere a rete di mancino, ma le sue caratteristiche gli hanno per messo di poter giocare anche lungo la trequarti sinistra.




GUARDA FALCO IN BENEVENTO - AVELLINO 2-1: ASSIST E GOL

CARRIERA Falco esordisce fra i professionisti arriva in Prima Divisione con il Pavia, dove disputa 31 gare segnando 8 gol. Un gran inizio che convince il Lecce a riportarlo a casa per provare a tornare in Serie B: 29 partite e 2 gol. Se i salentini falliscono il salto di categoria, Falco no. Nella stagione 2013/2014 passa prima alla Reggina poi, a gennaio e dopo sole 3 presenze, alla Juve Stabia, sempre in B. Il Lecce fallisce nuovamente la salita eva in prestito a Trapani, dove esplode. In totale disputa 34 partite, segna 2 gol e serve ben 12 assist. Nel suo anno a  Bologna ha collezionato 9 presenze e zero gol, poi il passaggio al Cesena in prestito lo scarso gennaio. Il resto...è storia recente.

GUARDA LE MAGIE DI FILIPPO FALCO CON LA MAGLIA DEL BENENEVENTO (Fonte Youtube - LabV)