Foggia “il club è sano”. Nember-Stroppa, si lavora al futuro della squadra

 

Foggia

Archiviata la salvezza con sei giornate d'anticipo il Foggia di Giovanni Stroppa ha sfiorato l'aggancio ai playoff. Il sogno, svanito dopo la sconfitta a Venezia, vede i rossoneri al nono posto in classifica, a 57 punti, a -3 dal Perugia, l'ultima squadra tra le sei a contendersi i playoff. Ottimo il bilancio dei pugliesi, dopo un girone di andata in piena zona retrocessione, da gennaio in poi la svolta e un girone di ritorno che gli ha visti protagonisti tra vittorie e successi. Ben 35 punti racimolati. Ma il clima non è sempre stato sereno: nel corso del campionato la società è stata commissariata (non era mai accaduto in Italia, ndr) a seguito dell'arresto del patron Fedele Sannella. Vicissitudini che hanno annebbiato il futuro e gli animi dei tifosi. A far chiarezza e ad iniziare a parlare della programmazione della prossima stagione calcistica sono stati il direttore sportivo Luca Nember e il commissario Nicola Giannetti.

Il ds di Lumezzane non ha mai nascosto la volontà di continuare il suo lavoro nel club dei satanelli. "Ho bisogno di certezze. Foggia è una piazza allettante che mi dà stimoli forti. Sarebbe bello portare questa città ad alti livelli - ha spiegato in conferenza stampa -. Le certezze nel calcio non ci sono. Se qui mancano andrò via. Preparerò lo stesso la squadra per l’anno prossimo, aldilà di come andrà – ha assicurato -. Programmare la Serie A non significa restarci un anno e poi ritornare in B". Nei giorni scorsi ci sarebbe stato anche un primo incontro con la proprietà ma al momento non si sarebbe discusso del suo rinnovo, ma soltanto di sponsor, ritiro e altre particolarità del caso.

Primo tempo di bilanci anche per il commissario Giannetti, da marzo alla guida dell'amministrazione della società. "Posso dire di aver trovato una società amministrata in maniera corretta, con pagamenti in regola sia degli stipendi che delle imposte e dei contributi, una situazione certificata anche dall’ultimo, canonico, controllo Covisoc che ha constatato l’assoluta regolarizzazione della situazione economica del Foggia Calcio – ha parlato così tramite una nota stampa emessa dal club -. Non ci sono indebitamenti con le banche, in quanto i rapporti bancari sono utilizzati esclusivamente su basi attive, senza fidi o finanziamenti. Tutto ciò vuol dire un sola cosa: il Foggia è sano e la proprietà è forte. Dico subito che per me - ha concluso - in una società di calcio, la fase di calciomercato fa parte della gestione ordinaria e nel momento in cui la proprietà autorizzerà un certo tipo di operazione non ci sarà nessun ostacolo perché questo avvenga".

a cura di ROBERTA MISCIOSCIA

CLICCA E GUARDA I LATI B DELLA SERIE B (FOTO)

CLICCA E LEGGI LE ULTIME TRATTATIVE

SEI UN TIFOSO? CLICCA E SCOPRI GLI SCONTI

GOL & Highlights ultima giornata

SEGUICI SU FACEBOOK

SEGUICI SU INSTAGRAM

  • 👉 Accuse GIUSTE o SBAGLIATE ?
#Gilardino insultato dai tifosi (dopo il rigore sbagliato contro il @parmacalcio1913) vuole lasciare lo @acspezia ...