Latina Calcio è caos, chiesto arresto per il presidente

Maietta Latina




Dalle ultime convincenti prove sul campo, il Latina Calcio si ritrova in un nuovo caos societario. Il presidente dei nerazzurri, Pasquale Maietta è stato coinvolto nell’inchiesta denominata “Olimpia”, che ha portato il gip del Tribunale di Latina, Mara Mattioli, a disporre 16 misure cautelari e a chiedere l’autorizzazione a procedere alla Camera per arrestare il deputato Maietta (Fratelli d’Italia). Sostanzialmente Maietta è accusato di aver utilizzato il Comune di Latina per i propri interessi, legati soprattutto al club che guida.

La squadra si è barricata dietro un totale silenzio stampa “esprimendo solidarietà e vicinanza al proprio presidente”.

Ma non è tutto, la Guardia di Finanza ha sequestrato liquidità per due milioni di euro nell’ambito di una nuova inchiesta  “Starter” che ha portato anche alla segnalazione del Latina Calcio per la responsabilità amministrativa degli enti derivante da reato ai sensi del d.lgs. N. 231/2001. La nuova inchiesta riguarda “la gestione impropria di alcune società prossime alla decozione-liquidazione” utilizzate per riciclare danaro di provenienza illecita.