Davide Luppi, il lupo-pirata con il vizio del gol




Ci hanno pensato Giampaolo Pazzini e Davide Luppi a far tornare l' Hellas Verona al secondo posto in classifica e a ridare speranze di promozione diretta dopo tre pareggi consecutivi. Dopo la rete del Pazzo, il Trapani si è buttato nella metà campo avversaria in cerca del pareggio, ma la rete la di Luppi, autore di un'ottima prestazione per tutti i 90 minuti, ha chiuso la partita restituendo un po' di serenità agli uomini d Pecchia.

Luppi Davide Davide Luppi, 25 anni, originario di Trescone Balneario, in provincia di Bergamo, è stato acquistato dall'Hellas Verona per puntare subito alla risalita in Serie A e per colmare il vuoto nel reparto avanzato lasciato da Luca Toni. Bravo nell’attaccare la profondità e dotato di un ottimo tiro, Luppi può ricoprire tutti i ruoli offensivi nel 4-3-3 di Fabio Pecchia.
CARRIERA - Luppi nasce calcisticamente nella Primavera del Bologna per poi trasferirsi tra i pari età del Sassuolo, senza però mai esordire in prima squadra.
La prima esperienza tra i professionisti arriva al Manfredonia in Serie C2 nella stagione 2009/2010: realizza 6 reti in 28 presenze. Le sue prestazioni vengono notate dalle squadre di categoria superiore. L’anno dopo passa all’ Esperia Viareggio, ma il giocatore non mantiene le aspettative (1 gol in 24 gare) e lo stesso succede nella stagione successiva al Portogruaro, dove l'attaccante non riesce ad essere protagonista, totalizzando 3 reti in 30 presenze. Nella stagione 2012/2013 viene inserito nella rosa del Sassuolo, vincitore a fine stagione del campionato cadetto, dove esordisce in Coppa Italia contro l’Avellino ma non mette piede in campo durante tutto il campionato . Nel 2014 si trasferisce alla Correggese in serie D dove realizza 29 reti in 27 partite guidando i compagni al secondo posto in classifica e alla vittoria dei playoff, anche se la squadra non viene ripescata per la promozione.
Dopo la stagione a Correggio, 'il Lupo' firma un contratto triennale con il Modena: segna una rete in Coppa Italia e gioca 17 gare di campionato, ma le sue prestazioni non soddisfano il tecnico Novellino che consiglia la società di cederlo in prestito. Così l'attaccante termina il campionato alla Pro Vercelli con 3 reti all’attivo in 15 partite di Serie B e  riusce a convincere il nuovo mister del Modena, Hernan Crespo, a dargli una seconda chance.

Nella stagione 2015/2016, appena conclusa, l’attaccante soprannominato anche 'il Pirata' per la sua particolare esultanza con una mano sull’occhio, migliora il suo score personale, andando a segno in 9 occasioni su 34 presenze in campionato. Malgrado le buone prestazioni, il Modena non riesce a salvarsi e scivola in Lega Pro.

Per Luppi l'Hellas Verona rappresenta la grande occasione, forse quella più importante per guadagnarsi, insieme a compagni e tifosi, il palcoscenico della serie A.

In bocca al lupo, 'Pirata'!

POTREBBE INTERESSARTI ↓

CALCIOMERCATO: LE ULTIME

LE BELLE DELLA B: LE FOTO

FOCUS ULTIMA GIORNATA

TOP PLAYER DI B 2016/2017