Mazzeo trascina Foggia a suon di gol

Mazzeo Foggia




Il Foggia dopo i (leciti) dubbi di inizio stagione si sta dimostrando capace di stare in Serie B, trascinato dall'uomo che lo ha accompagnato la scorsa stagione verso la cadetteria: Fabio Mazzeo.

Il giocatore – Una definizione più azzeccata di "rapace d'area di rigore" difficilmente si può attribuire l'attaccante del Foggia, che fa dei gol di rapina la sua specialità. Lo vedremo poco segnare gol da fuori o dopo aver saltato da solo 3-4 avversari ma come detto il modo preferito da Mazzeo per far felici allenatore, compagni e tifosi è all'interno dei 16 metri.




La carriera - Mazzeo nasce a Salerno e come prevedibile si svezza calcisticamente con la Salernitana, con cui dopo la trafila delle giovanili colleziona anche qualche presenza in B nel 2002. Passa poi alla Nocerina, dove gioca la Lega Pro, e in 2 stagioni mette a referto 20 reti: ottimo biglietto da visita per un 21 enne, che infatti viene preso dal Perugia, squadra che vuole la Serie B. 32 reti in 95 partite, che però non bastano per la promozione. Non per il Perugia almeno, perché Mazzeo la Serie B la guadagna, con il Frosinone però: per una stagione sola, dove segna 5 reti. Poi brevi esperienze al Cosenza, all'Atletico Roma, Barletta, di nuovo Nocerina, di nuovo Perugia e poi Benevento, dove con gli stregoni dopo 2 stagioni e 14 centri ottiene una storia promozione in B. Svincolato, il 2 settembre 2016 passa al Foggia, arrivando a conquistare nuovamente la Serie B dopo un anno fantastico sia per la squadra di Stroppa che per lui, con 21 reti all'attivo, che vogliono dire record personale. La scorsa estate è arrivato il rinnovo con i rossoneri, e sembra aver sortito un buonissimo effetto sul classe '83, fin qui protagonista assoluto con i pugliesi.

Curiosità - L'aspetto e le caratteristiche da killer instict per l'attaccante campano sono in realtà l'altra faccia della medaglia di un padre dolce e premuroso. Ai tempi del Benevento, dopo una rete segnata nel derby contro l'Ischia, in conferenza stampa ha preso la scena una Mazzeo. Sì, la figlioletta Nora si è seduta sulle gambe del papà nel bel mezzo delle domande, e allora l'intervistatore è diventato proprio il bomber, che alla piccola ha chiesto "è forte papà?", con ovvia risposta affermativa della figlia. Abbraccio affettuoso ed emozione generale in sala stampa.

a cura di ANTONIO DE PAOLA

GUARDA I LATI B DELLA SERIE B (FOTO)

LEGGI LE ULTIME TRATTATIVE

Web TV