Moutir Chajia, la pepita d’oro del Novara. Lo Sporting può attendere…




 

Sono bastati pochi spezzoni di campionato per convincere quest'estate lo Sporting Lisbona, club nel girone della Juventus in Champion's League, a organizzare l’assalto per Moutir Chajia, il talentino che il Novara acquistò un anno fa dall’Oostende (Belgio) senza spendere un euro. Poi non se ne fece più nulla, il giocatore non si trasferì in Portogallo e mister Corini adesso può contare sulla crescita del marocchino per portare in alto il Novara.




CARATTERISTICHE Chajia è un fantasista su cui Corini ha subito dimostrato di voler scommettere: titolare da esterno d’attacco nel 4-3-3 in Coppa Italia, a Carpi è entrato nel finale per accendere la squadra partendo da mezzala nel 3-5-2 incitato dal tecnico «punta, punta l’avversario» ed è risultato decisivo nella vittoria del Novara contro il Frosinone.

FUTURO Dopo i primi 219 minuti racimolati da aprile, Chajia ha quest'anno l’opportunità di ritagliarsi ancor più spazio in un modulo che esalta le ali anche se lo Sporting Lisbona a Gennaio potrebbe rifarsi vivo per strapparlo ai piemontesi. Quest'estate si parlava di una cifra vicina ai 3 milioni: per la società azzurra sarebbe un’operazione da urlo che farebbe di certo comodo alle casse di un club impegnato nella valorizzazione delle sue scoperte. Ma una cosa è certa: Chajia almeno fino alla riapertura del mercato sarà azzurro e Corini potrà contare sul suo talento cristallino e sulle sue giocate per il resto della stagione, Sporting Lisbona permettendo.

GUARDA I LATI B DELLA SERIE B (FOTO)

LEGGI LE ULTIME TRATTATIVE

CONDIVIDI LA NOTIZIA!