Nicola Citro: il ricambio “perfetto” per l’attacco del Frosinone




GUARDA IL GOL DI CITRO REALIZZATO CONTRO IL PISA

Diventare un calciatore professionista è il sogno di ogni bambino, ma diventarlo non è sempre così facile. Ne sa qualcosa Nicola Citro che appena due anni si è consacrato fra gli attaccanti più decisivi della Serie B (14 reti), trascinando il Trapani fino alla finale play-off. La scorsa stagione, culminata con la retrocessione dei siciliani, il "Messi di Fisciano" è stato più volte vicino all'addio nel mercato di Gennaio, concretizzatosi con il trasferimento al Frosinone di mister Longo che lo ha voluto fortemente nonostante la presenza in rosa della coppia-gol Ciofani-Dionisi. 

LEGGI ANCHE:  i saluti esclusivi di Nicola Citro ai tifosi della Bzona 

ATTACCANTE UNIVERSALE Di piede mancino, Citro è bravo a saltare l’uomo in velocità e nell’uno contro uno. Serse Cosmi, non un allenatore qualunque, sa di avere tra le mani un vero talento: spesso impiegato come partner d'attacco di Petkovic, Citro può giocare anche in un tridente offensivo. La sua rapidità lo ha portato spesso a presentarsi davanti al portiere avversario e la sua tecnica a realizzare reti spettacolari.

Le più belle reti di Citro durante la stagione regolare di Serie B 2015/2016

DALLA PROMOZIONE ALLA B Prima di approdare nel campionato cadetto, la carriera dell’attaccante salernitano si è sviluppata tra Promozione, Eccellenza e Serie D. Dalla Sanseverinese (la squadra in cui è cresciuto) all’Ebolitana, dalla Valle Grecanica al Città di Messina nella stagione 2012/2013 dove l'attaccante ha fatto intravedere il suo talento, ma è al Marcianise che ha compiuto il salto di qualità diventando molto lucido anche in zona gol. Col suo sinistro il 'Messi di Fisciano' ha mandato in bambola le difese avversarie ed è riuscito a mettere a segno la bellezza di 21 reti. Nell'estate del 2014 Citro passa al Trapani: nel corso della sua prima stagione in maglia granata gioca una partita in Coppa Italia e 12 partite in campionato e viene riconfermato dai siciliani anche per la stagione 2015-2016 dove scende in campo con maggiore frequenza e segna anche le sue prime reti nel campionato cadetto, che termina con 37 presenze e 12 reti. Successivamente gioca anche i play-off, nei quali scende in campo sia nella semifinale di andata che in quella di ritorno segnando la rete del definitivo 2-0. E' uno dei protagonisti della finale di ritorno pareggiata per 1-1 allo Stadio Polisportivo Provinciale di Trapani contro il Pescara: è lui a realizzare il gol del momentaneo 1-0 per i siciliani.