Pisa un campionato sempre in bilico mai veramente cominciato




Pisa Gattuso




Come la torre pendente simbolo della città, il campionato del Pisa è sempre stato in precario equilibrio, diviso tra campo e società. Si sono trascinate anche in Serie B le vicende iniziate nella scorsa stagione in Lega Pro, tra debiti, passaggi di proprietà e cambi di allenatore.

Situazione mai chiara - È nella mente di tutti lo sfogo di Gattuso dopo la partita con il Frosinone, dopo appena 5 giornate di campionato. Parole forti, dure, ma che alla base avevano un alone di sconforto, quello di chi non ha più trovato una società seria e responsabile e che si assumesse le proprie responsabilità. Tre diversi presidenti infatti hanno assunto la guida del Pisa in questa stagione: prima nelle mani di Fabio Petroni, poi arrestato per bancarotta, la presidenza passa in estate a suo figlio Lorenzo, fino ad arrivare all'attuale presidente Corrado, che rileva la società il 22 dicembre.

 




Le ripercussioni sul campo - I disordini societari hanno un inevitabile effetto sui risultati, la situazione si riassume bene nelle parole di Gattuso: "Io posso anche urlare ai ragazzi, dire di spingere, ma a un certo punto loro potrebbero dire a me 'E noi cosa ci guadagnamo?"'.  A dimostrare ancora di più la voglia e lo spirito della rosa nerazzurra c'è il fatto che (non ancora matematicamente) la parola fine sul campionato l'abbia scritta non i risultati, ma le penalizzazioni, arrivate a sottrarre 4 punti, di cui 3 arrivati il 20 marzo, stroncando il periodo più positivo della stagione dei toscani. Adesso le speranze di rimanere in Bzona sono ridotte al lumicino, per la retrocessione manca solo l'ufficialità, già arrivata invece per il Latina (in una situazione molto simile a quella del Pisa).

Che ne sarà ora? - Gattuso ha dichiarato che al 99% lascerà. Quell'1% lascia un timido bagliore di speranza, ma sarà legato a un chiarimento definitivo per quanto riguarda l'assetto societario, e se non è arrivato in 9 mesi, difficilmente arriverà nei 3 che mancano alla prossima stagione. I giocatori che più si sono messi in mostra saranno molto probabilmente ceduti (Del Fabro, Ujkani, Lisuzzo, Golubovic, Verna, Gatto, Manaj, Cani), e come dare loro torto di fronte alla possibilità di rimanere in B se non addirittura in A? Occorrerà una rifondazione quasi totale, Corrado pare intenzionato a mantenere la società, ma abbiamo visto come e quanto in fretta possano variare gli scenari sotto la Torre...

A cura di ANTONIO DE PAOLA

POTREBBE INTERESSARTI ↓

CALCIOMERCATO: LE ULTIME

LE BELLE DELLA B: LE FOTO

FOCUS ULTIMA GIORNATA

TOP PLAYER DI B 2016/2017

 

Web TV