Riccardo Improta, Bari ha trovato il suo Di Maria

Improta Bari




Inizio stagione sfavillante quello di Riccardo Improta. L' attaccante campano classe '93, con 5 reti e un assist ha riportato il Bari di Grosso, dopo un periodo complicato, di nuovo in zona playoff. 

Il giocatore - Improta è un esterno d'attacco, preferibilmente a destra, che all'occorrenza può anche fare la prima punta. Brevilineo e molto tecnico, dà il meglio di sé quando punta l'avversario da destra verso l'area di rigore per servire i compagni appostati per il tap-in, ma non disprezza la conclusione personale.

 




La carriera - L'esterno di Pozzuoli inizia le sue cavalcate sulla fascia nella squadra della sua città, la Puteolana. Dopo 3 stagioni viene acquistato dal Lanciano, che gli regala la prima presenza tra i professionisti in Lega Pro. Dopo 10 presenze e 2 reti viene notato dal Genoa, che lo porta in Liguria dove gioca con la primavera. Per "svezzarlo" viene mandato in prestito alla Juve Stabia, dove con 6 reti suscita l'interesse del Chievo, che spartisce a metà il suo cartellino con il Genoa. A Verona non va benissimo (solo 5 presenze) e viene quindi mandato a Padova, dove ha la sua miglior stagione: 7 reti, e Genoa che lo rivuole. Ma con Pavoletti, Niang, Lestienne e Borriello la concorrenza è troppa, e allora torna in B al Bologna. Da qui inizia un periodo complicato per Improta, sul campo (16 presenze con i felsinei, con una sola rete) e poi fisici: poco dopo il suo passaggio a Cesena infatti, in un torneo contro il Genoa (la sorte...) arriva la rottura del tendine rotuleo. 7 mesi di stop. Dopo il rientro arrivano quindi i passaggi a Salerno la scorsa stagione e a Bari quest'anno.

Curiosità - Improta non è mai stato uno da tanti gol a stagione, come detto la sua forza sono gli assist e il creare superiorità numerica in avanti. A Padova si è ammirato il miglior Importa, autore di 7 reti in 18 presenze, ma quest'anno sembra un Riccardo diverso: è già a -2 dal sul record personale, ed inevitabilmente in un periodo della stagione avrà un calo, ma dalla sua parte ha il tempo. Perché con ancora 36 giornate a disposizione, ha davvero molto tempo per far diventare quella in corso con i biancorossi la sua miglior stagione di sempre. I tifosi ci sperano, Grosso anche, e lui più di tutti: che dopo tanto vagabondare, sia arrivato finalmente il momento di vederlo stabilmente tra i "grandi"?

a cura di ANTONIO DE PAOLA

GUARDA I LATI B DELLA SERIE B (FOTO)

LEGGI LE ULTIME TRATTATIVE

Web TV

CONDIVIDI LA NOTIZIA!