Serie B, giovani ma già pronti per il grande salto: ecco i migliori Under 20

han nazionale




Quando si valutano i ragazzi – specialmente in un campionato molto stressante ed impegnativo come quello della Serie B – è sempre molto complicato trovare i “migliori”. Per questo, nella limitata ricerca, mi limito a segnalare i tre che, non ancora ventenni, mi hanno lanciato un messaggio chiaro in questa prima parte di stagione: la categoria la “dominano” alla grande, meritandosi una chance in categoria superiore.




VARNIER MARCO (1998, difensore, Cittadella). Longilineo e muscolare, mostra una eccellente padronanza nel gioco areo ed una buona intelligenza nella gestione anche di quello a terra (destro naturale, se la cava nell’ordinario col sinistro). Sveglio e reattivo, si mostra sempre attento sul piano tattico, pulito e preciso negli interventi con buona lettura delle giocate e della scelta di tempo. Buona personalità, sa decidere rapidamente con un’invidiabile gestione dell’emotività e delle situazioni di stress.

MAGGIORE GIULIO (1998, centrocampista, Spezia). Normotipo dal fisico asciutto ed elastico, ha un’ottima resistenza organica, che lo rende dinamico e sempre presente sul piano tattico e fisico. Destro naturale, è evoluto nel palleggio e nel fraseggio, pulito nella giocata, spesso semplice ma efficace. La grande duttilità tattica ne esalta tanto le doti di contrasto e di aggressività che gli inserimenti in appoggio ed in fase di conclusione dalla distanza. Lucidio e sicuro di sé è forse il prototipo di quel “tuttocampista” che fa della qualità e della semplicità le doti chiave.

KWANG SONG HAN (1998, attaccante, Perugia). Normotipo dalla struttura leggera ed agile, sviluppa ottime doti di destrezza e facilità di corsa. Buona sensibilità con il destro, ha una giocata rapida nel breve, usando al meglio il fisico, con un atteggiamento ed una postura elegante ma che nasconde la chiara finalizzazione al gol della giocata, il recupero del tempo di intervento, l’erosione dello spazio al diretto avversario. Scaltro ed attento, è veloce di pensiero, sa leggere lo sviluppo del gioco. Forse non ancora inquadrato sul piano tattico, è di certo un finalizzatore, non sempre costantemente connesso ma poco istintivo e tremendamente efficace e lucido sottorete.

A cura di Giuseppe Tambone
Specialista in Diritto ed Economia dello Sport
Direttore Sportivo Abilitato FIGC
Consulente Sportivo
Autore del libro Generazione 90

CLICCA E LEGGI LE ULTIME TRATTATIVE

CLICCA E GUARDA I LATI B DELLA SERIE B (FOTO)

Web TV