Ultras dell’Ascoli senza curva: il comunicato dei tifosi

stadio ascoli




Volevano trovare almeno un po' di serenità nella loro amata curva sud i tifosi dell'Ascoli Picchio dopo i mesi orribili post sisma che ha colpito duro il centro italia. Il terremoto che ha messo in ginocchio Marche, Umbria e Lazio ha avuto degli strascichi inevitabili anche nel mondo ultras bianconero, che sta perdendo la propria curva e il loro appuntamento fisso con la passione per il Picchio. L'inagibilità della curva sud e della tribuna coperta dello stadio Del Duca, che ha visto la squadra picena giocare a porte chiuse l'ultimo match contro il Perugia, ha portato molta amarezza tra i gruppi di tifosi organizzati in particolare tra gli Ultras 1898.
Ultras 1898 sono uno dei gruppi che fin da subito si è attivato con iniziative di solidarietà nei luoghi colpiti e aprendo un conto corrente dedicato alle popolazioni terremotato
Sulla loro pagina Facebook che conta poco meno di 8000 like, i ragazzi della curva sud hanno postato un comunicato eloquente sulla difficile situazione e gestione dello stadio, con società e sindaco di Ascoli chiamati a trovare una soluzione. Un grande in bocca al lupo agli ultras dell'Ascoli Picchio perché possano riprendersi al più presto la loro curva.

 

IL COMUNICATO DEGLI ULTRAS 1898

Forse il concatenarsi degli eventi non ci ha fatto rendere conto di una cosa:
Ascoli-Salernitana del 25 Ottobre è stata l'ultima partita della nostra vita in Curva Sud; l'ultima partita in cui la nostra tifoseria ha potuto offrire un grandissimo spettacolo in quel settore intriso di mille ricordi e mille episodi, di gioie e dolori che ci sono stati raccontati, che abbiamo vissuto e che continueremo a vivere e tramandare poi di generazione in generazione...
Se n'è andata all'improvviso come le migliori storie d'amore, senza il tempo di renderci conto che quello sarebbe stato l'ultimo coro, l'ultimo battimano e l'ultima fiaccola accesa su quei gradoni..
Le prove di carico di ieri hanno ufficializzato la sua fine.
GLORIOSA...non troviamo altri aggettivi.
Alla fine il terremoto ci ha tolto un'altra casa...