[VIDEO] Cittadella, come balla Kouamè!

Kouamè Cittadella




Classe 1997 (fine anno), origini ivoriane, Christian Kouamè ha avuto un primo approccio con la Serie B lo scorso anno (16 presenze – molte delle quali in subentro – e 4 reti) dopo un biennio formativo tra Primavera (Sassuolo ed Inter) e Lega Pro (Prato) ed oggi si presenta come uno dei giovani che meglio sembra riuscire ad interpretare lo spirito della serie cadetta, aggrappandosi alla maglia del Cittadella per poter sfondare.

CARATTERITICHE GENERALI – Calciatore longilineo, muscolatura formata ma molto leggera che disegna una struttura filiforme ma ben dotata di agilità e forza. Verrebbe da consigliargli un potenziamento muscolare, ma alla fin fine, visto come si gestisce bene uno che gioca sulle punte come lui, potrebbe essere molto debilitante sul piano tecnico. Dietro una costituzione che sembra “leggera”, infatti, si nasconde una buona dotazione di forza, che sviluppa in esplosività verticale e tiro dalla (media) distanza. Con le sue lunghe leve riesce a proporre una corsa elegante e continui e ben riusciti cambi di direzione. Buona resistenza organica, fa affidamento molto sulla sua capacità dinamica e sul corretto utilizzo del fisico, tanto nella protezione che nella progressione. Molto bene nello stretto, sulle lunghe distanze non riesce ad essere ugualmente lucido.

 




TATTICA – Con il suo ondeggiare al limite della linea del fuorigioco avversario, dà l’impressione di essere sempre connesso – e con grande attenzione – con il quadro tattico. La sua attitudine di attaccante è declinata in tutti i ruoli offensivi, con una migliore capacità nel calarsi nei panni del giocatore che cerca spazio in orizzontale e sugli spigoli esterni dell’area avversaria piuttosto che cimentarsi nelle incombenze di assistenza, contrasti fisici (soprattutto quelli aerei in cui non sembra eccellere) e spazi angusti del riferimento offensivo centrale. Molto suggeritore ed un po’ meno finalizzatore (ma se si trova…), si mostra sempre molto disponibile al quadro tattico, con buone riconcorse all’indietro e, soprattutto, aperture negli spazi in occasione delle ripartenze. Soffre il gioco statico, ma sa essere letale in campo aperto. Tatticamente evoluto, riesce ad entrare rapidamente nel clima di gara, entrando subito nel giusto contesto.

CARRIERA -
Cresciuto con il mito di Didier Drogba e cercando di imitare le movenze di Samuel Eto'o, Kouamè arriva in Italia a soli 15 anni vestendo la maglia della Sestese, successivamente passa al Sassuolo prima di approdare nel Prato e Inter, giocando nella squadra Primavera. Seconda stagione a Cittadella dove lo scorso anno ha messo a segno due gol in 15 presenze.

a cura di GIUSEPPE TAMBONE

GUARDA I LATI B DELLA SERIE B (FOTO)

LEGGI LE ULTIME TRATTATIVE

Web TV

CONDIVIDI LA NOTIZIA!